domenica 16 ottobre 2016

Executive Professional di Manageritalia - Relazione di fine mandato 2014-2016

Buongiorno!

Può darsi che non sappiate che sono il rappresentante territoriale degli Executive Professional di Manager Italia, l'organismo di rappresentanza dei dirigenti, quadri e professional del terziario.

Quella che segue è la mia relazione di fine mandato 2014-2016. Prego tutti di leggerla, soprattutto i non associati.

Potreste scoprire che associarsi o consigliare un vostro conoscente di farlo è una buona idea.




Gentili colleghi
al termine del mio secondo mandato sono lieto di offrirvi un resoconto estremamente sintetico della mia attività di rappresentante territoriale degli Executive Professional di Manager Italia.

L'obiettivo strategico di lungo periodo è
la creazione di un organismo che ci offra:

- visibilità pubblica e rappresentanza;

- servizi che non siano la mera riproposizione di quelli offerti ai nostri colleghi, vista la nostra peculiare condizione contrattuale;

- una ampia serie di relazioni che ci permettano di espandere il business ed i nostri interessi.

Come ricorderete il primo biennio ha visto la definizione di questi obiettivi e la costituzione degli organi degli E.P. in seno alla Federazione. In seguito abbiamo dato l’avvio ai lavori per definire gli standard della categoria professionale di cui facciamo parte.


Nel secondo biennio – l’attuale – completato il rodaggio della struttura, abbiamo iniziato la strada verso la meta.

Il primo mezzo scelto per implementare la strategia delineata è stato ideare e creare uno strumento specifico che ci permettesse di renderci maggiormente visibili all’interno dell’Associazione e più spendibili e competitivi all’esterno.


Nella nostra visione, il progetto “Experienced E.P.” è adatto allo scopo:

infatti se gli E.P. sono portatori di elevate professionalità caratterizzati da un inquadramento contrattuale atipico e Manager Italia da 70 anni si occupa di rappresentanza degli interessi dei manager, ci è sembrato opportuno che l’Associazione dei Manager potesse dichiarare, in virtù della propria storia ed esperienza, che un suo iscritto è esperto nella propria attività.

Così abbiamo prima definito e poi consolidato i criteri e le procedure per stabilire quali iscritti possano essere considerati “Experienced”.

Grazie al riconoscimento di Manager Italia il titolo “Experienced” può essere essere utilizzato anche all’esterno della nostra Associazione, anche grazie agli strumenti di comunicazione predisposti ad hoc, rendendoci quindi più visibili rispetto alla concorrenza.

Colgo in questo frangente l’occasione per invitarvi a richiedere il titolo “Experienced” e vi invito a segnalare ai colleghi e ai conoscenti sia l’esistenza dell’Associazione sia della qualifica.


Circa il futuro i prossimi obiettivi saranno:

- aumentare il numero degli E.P.;

- aumentare il numero degli associati certificati “Experienced” per creare una maggior consapevolezza a livello interno e visibilità verso l’esterno del gruppo;

- implementare un sistema di welfare che sia competitivo ed adatto ai nostri profili.


Infine, a livello locale, sto immaginando di creare una struttura consortile per lo sviluppo del business personale. Se verrò riconfermato, entro la fine dell’anno indirò la riunione costitutiva del common degli E.P. dove sarò ben lieto di incontrarvi: il lavoro da fare è veramente molto.




giovedì 6 ottobre 2016

Il titolo... santo

Buongiorno a tutti.

Dopo aver clamorosamente perso il treno, per un eccesso di prudenza su Osram - sapete quando uno dice "E' un po' tirato, non appena rincula, ne prendo", e intanto il fetente fa +10% in apertura il giorno dopo - oggi spero che un santo mi dia più soddisfazioni. Ma non è San Paolo.
E' San(-)ofi, farmaceutico specializzato in vaccini.

Se ne sta fermo sui minimi di periodo e proprio non capisco come sia emerso dalle nebbie. Vedremo.





martedì 4 ottobre 2016

Il titolo che non ti aspetti e quello che invece si...

Buongiorno di corsa ai miei lettori.

Un altro titolo che è uscito come un fungo dall'humus del nostro mercato è Tamburi...

Ho buona stima del management della società e in linea di massima ne avevo già sentito parlare. Vedremo. Intanto ne ho preso un migliaio.

Quello che invece mi aspetto, ma non è figlio della ricerca algoritmica è Digital Brother. Ha tutta l'aria di voler spingersi verso i massimi come qualsiasi graficista potrà dirvi.

E intanto sto ancora seguendo il titolo francese CGG...