Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2012

Tancredi di Marzio e l'uscita dall'euro

Una gustosissima pubblicità radiofonica utilizza un personaggio che rispondendo al telefono si presenta come "falegname, idraulico, dentista, meccanico, astrofisico, carpentiere, avvocato, commercialista, ingegnere, architetto".

A me ricorda il classico tuttologo che ritiene di essere qualificato per proporre soluzioni semplici per problemi complessi.

Alcuni di questi tuttologi sono molto noti, come Grillo, ma ciascuno di noi facilmente ne conosce almeno uno di persona.
In questi mesi i vari Tancredi hanno accumulato una discreta massa di munnezza intellettuale su alcuni temi.

Decido quindi di aprire una rubrichetta dal titolo "Lo ha detto Tancredi"
Iniziamo con la fola dell'uscita dall'Euro.

(Ovviamente non faccio un resoconto tecnico...)


La madre di tutte le corbellerie la disse Berlusconi quando asserì che il rapporto lira euro era stato scelto male e pertanto svantaggioso per la nostra economia.

Questa affermazione trascura che il tasso di conversione…

“mal olandese” o “mal greco”?

Come sarà l'Italia dei nostri figli e dei loro figli? Quando saranno adulti il Paese sarà ancora una media potenza mondiale?
Oggi per PIL siamo ancora ai vertici della classifica mondiale, ma molti indicatori (competitività, graduatorie mondiali sulla certezza del diritto o sulla libertà economica) segnalano il nostro indebolimento. Quali sono le cause del nostro declino? Perchè quando anche Monti evoca una sindrome greca io prospetto invece una sindrome olandese? E perchè mai “olandese”?Ovviamente per rispondere compiutamente a questa domanda occorrerebbe scrivere un libro. Mi permetto invece di suggerire solo alcuni spunti di riflessione.Espongo, per iniziare, un modello molto stilizzato delle dinamiche politico economiche negli ultimi cinquanta anni. Siamo stati uno dei paesi chiave del settore sud europeo del Patto Atlantico e abbiamo avuto il partito comunista più consistente di tutta l'Europa occidentale.

Mentre, per mantenere l'ordine stabilito a Yalta, i russi n…