Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2012

L'Italia fuori dall'euro? IMPROBABILE

Oggi non intendo entrare nella diatriba se sia meglio per l'Italia restare dentro l'euro o uscirne. Il discorso sarebbe lungo e non ho il tempo.

Mi limiterò ad evidenziare quanto sia IMplausibile ad oggi una uscita dall'euro.

C'è un modo molto semplice, alla portata di tutti, per verificarlo.

Il rendimento di una obbligazione è il tot. richiesto al debitore per
- remunerare il capitale
- vederlo coperto dal rischio di (non) rimborso
- vederlo coperto all'inflazione.



Prendiamo per esempio il BTP 15/4/2016 il cui rendimento a scadenza è 4.66%.

Per prestare i soldi all'Italia per 4 anni gli investitori vogliono questo rendimento.

Compariamo questo titolo al BTP Italia 26/3/2016 che rende a scadenza il 3.38%.

La differenza è circa 1.3%.

Che cosa rappresenta? Sappiamo che il primo BTP non protegge dall'inflazione, mentre il secondo protegge integralmente l'investitore dalla inflazione italiana.

Il merito di credito è il medesimo poichè il debitore è lo stesso. L&…

Tassazione scudo fiscale

L’imposta riguarda le attività finanziarie che sono state oggetto delle operazioni di emersione (cosiddetto “scudo fiscale”) attraverso la procedura del rimpatrio (fisico e “giuridico”) e che sono detenute in regime di riservatezza alla data del 31 dicembre di ciascun anno.



L’imposta di bollo speciale non è invece dovuta per le attività regolarizzate che non hanno usufruito del regime della segretazione.

I patrimoni sono soggetti a decorrere dal periodo d’imposta 2011 a un’imposta di bollo speciale annuale.

L’imposta è dovuta nella misura del:
• 10 per mille per il 2011;
• 13,5 per mille per il 2012;
• 4 per mille per gli anni successivi.


Per il primo anno di applicazione l’imposta è determinata con riferimento al valore delle attività segretate alla data del 6 dicembre 2011.


Se nel corso del periodo d’imposta successivo al 2011 viene meno in tutto o in parte il regime di riservatezza, l’imposta è dovuta in ragione del periodo in cui le attività finanziarie hanno fruito di tale regime.


Il reg…

Considerazioni sul "Conto Risparmio Sicuro" di Unicredit

La pubblicità del conto Risparmio Sicuro di Unicredit mi ha colpito ed ho deciso di indagare.
Sono giunto alla conclusione che sia stato fatto un lavoro eccellente. E' il classico prodotto studiato per piacere alla signora Pina di Voghera.
Il messaggio pubblicitario è accattivante: offre tranquillità, semplicità ed un certo rendimento. 
I punti di forza sono due
- si offre al cliente un riparo (psicologico) dalle turbolenze dei mercati finanziari con uno strumento semplice;
-  il rendimento arriva fino al 7%.

Dopo anni di obbligazioni strutturate, assicurazioni unit linked, fondi comuni è una vera rivoluzione copernicana.
Ho letto il foglietto informativo qui e questi sono i punti salienti dell'offerta. - Sicurezza: viene prima di ogni cosa esplicitato che il capitale è garantito anche dal Fondo Interbancario di Tutela dei depositi; - Semplicità: versati i soldi, fruttano periodicamente; - Flessibilità: è possibile svincolare il capitale.
E' quindi un bello strument…