Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2013

La relazione tra lo spread e la Borsa - parte seconda

Post rapidissimo ed affannato, con dati presi al volo, e quindi impreciso.

Vi ricordate del mio post di agosto?

Adesso vi faccio vedere a cosa serve.

Un dato che ho omesso per non appresantire troppo l'esposizione è il valore del beta della regressione.

Il beta risponde ad una domanda molto importante.

Se lo spread scende o sale dell'1% quanto va su o giù l'indice di Borsa?

Il beta del 2012 è -9,647 ovvero ogni 100 punti di spread la borsa perde (guadagna)  circa il 9.5%.

Verifica empirica


DataSpreadIndiceVariazione % IndiceVariazione spreadTeorico26-set2511787027-set26517654-1,2%-0,14%-1,35%30-set28317317-1,9%-0,18%-1,74%
I dati del 30 settembre sono delle 10 del mattino circa.


Matricole e Meteore

Questa settimana per alleggerire un poco il clima di preoccupazione che ho forse creato con gli ultimi post riferirò di un ragionamento fatto con mio figlio, relativamente alle vicende umane.


Ricordate il programmino televisivo che presenta i video delle stelle dei media quando erano agli albori? E che propone anche chi è passato rapidamente sugli schermi senza poi lasciare traccia?

Qui trovate Sandy Marton ed Eros Ramazzotti agli esordi.

Ma chi era Sandy Marton? ahhhh era lui... L'equivalente umano di Filo Sganga.


La questione posta da mio figlio era: "come è possibile che certi cantanti facciano una canzone o due e poi scompaiano, mentre certi altri facciano carriere di moltissimi anni?".

Il quesito è interessante e trovare un abbozzo di spiegazione generale applicabile anche in altri campi della vita potrebbe essere utile. 

Mi sono interrogato spesso su queste questioni e, chi mi segue sa che, specie all'inizio del blog, i miei post erano relativi alla mia vi…

Com'è dura la duration

"Io ce l'ho profumato" diceva una vecchia pubblicità di una famosa mentina.


E il tuo portafoglio obbligazionario ce l'ha lunga o corta?

La duration, cosa avevi capito? 

Ma cos'è la duration?
E' l'inverso dell'elasticità della domanda (rispetto al prezzo) di un titolo (obbligazionario). 

Ma giova all'investitore sapere qual'è la duration del proprio portafoglio? 

Eh si, diversamente rischia di avere qualche brutta sorpresa.


Ma allora cos'è la duration?

E' un numero che dice
- quanti anni servono per riavere indietro i soldi investiti;
- quanto è sensibile il titolo (o il portafoglio) alle variazioni del tasso di riferimento.

Facciamo un esempio:
se compero un BOT ad un anno, pago oggi 98 e so che tra un anno riavrò 100.

La duration è 1.

Se compero un BTP che scade tra 10 anni la duration sarà 10? 

No, perché nel frattempo incasso le cedole e quindi avrò indietro il mio capitale prima della scadenza del titolo.

Un BTP a 30 anni potrebbe avere una du…

Il diavolo nei dettagli - Il gran ballo delle obbligazioni bancarie

Oggi, contrariamente alla tradizione della rubrica, ci occuperemo di una intera Asset Class e non di un singolo titolo.


Mi pare infatti che alcuni nodi si stiano approssimando al pettine, anche se non sono ancora conclamati.


Nell'immaginario dell'investitore medio le obbligazioni sono "sicure" e quando si comperano non si tende a sottilizzare.

Naturalmente le vicende Cirio, Argentina, ed i "titoli tossici" hanno contribuito a rendere questa certezza un po' meno forte, ma in fondo ci si fida ancora della propria banca e dell'obbligazione che ci viene proposta dall'"amico".

Specie se poi la banca è quella locale e non un Leviatano internazionale.

Così il "consulente", al momento del rinnovo del titolo scaduto, la butta lì: "Perchè non prende anche un po' delle nostre obbligazioni? Rendono come i titoli di Stato." (ovviamente se rendono di più batterà la grancassa e, se rendono di meno, sarà "per diversificare&qu…

Alle fonti della Perrier

Un post breve per segnalare un piccolo albergo lungo la direttrice Nimes Montpellier.

A Vergeze, dove c'è la fonte dell'acqua Perrier, ho dormito all'hotel la Passiflora.
Non è un locale sfarzoso, ma ha un tocco magico. 
Uno stabile d'epoca con un giardino interno coperto di rampicanti, che, sotto il cielo stellato di fine estate, fa veramente sognare. 
Il ristorante annesso è adeguato alle esigenze.

Consigliato non solo ai vacanzieri che girano per il Roussillon e la Linguadoca ma anche per una fuga romantica di inizio autunno, se per esempio avete promesso alla vostra fiamma di portarla a Sete a visitare l'Espace Brassens.

Poi, se siete arrivati fino a Sete, non perdetevi le ostriche di Bouzigues.

Banca Marche: ultimo episodio del male oscuro, ma non troppo, delle banche italiane

E' notizia recente che Banca Marche sia in difficoltà e notizia meno recente che Banca Carige navighi in acque tempestose, anche se è non è è per nulla evidente che sia instabile da un punto di vista patrimoniale.


La politica, quella più deteriore, si è infiltrata in ogni anfratto della vita italiana storpiando e dopando la realtà.

Molto noto è il caso MPS, meno noti sono poi i casi Popolare di Spoleto, Casse di Ferrara e Teramo...




Senza voler fare di ogni erba un fascio mi pare che in ogni caso valga ancora un mio post del 2009.