Passa ai contenuti principali

Com'è dura la duration


"Io ce l'ho profumato" diceva una vecchia pubblicità di una famosa mentina.


E il tuo portafoglio obbligazionario ce l'ha lunga o corta?

La duration, cosa avevi capito? 

Ma cos'è la duration?
E' l'inverso dell'elasticità della domanda (rispetto al prezzo) di un titolo (obbligazionario). 

Ma giova all'investitore sapere qual'è la duration del proprio portafoglio? 

Eh si, diversamente rischia di avere qualche brutta sorpresa.


Ma allora cos'è la duration?

E' un numero che dice
- quanti anni servono per riavere indietro i soldi investiti;
- quanto è sensibile il titolo (o il portafoglio) alle variazioni del tasso di riferimento.

Facciamo un esempio:
se compero un BOT ad un anno, pago oggi 98 e so che tra un anno riavrò 100.

La duration è 1.

Se compero un BTP che scade tra 10 anni la duration sarà 10? 

No, perché nel frattempo incasso le cedole e quindi avrò indietro il mio capitale prima della scadenza del titolo.

Un BTP a 30 anni potrebbe avere una duration intorno a 15.

Interessante direte, ma cosa me ne faccio di questo numero?


Meglio tenerlo in mente perchè indica quanto è ballerino il proprio portafoglio.


Ma come funziona?
Se avete tutti BOT a 3 mesi e domani i tassi salgono potrete dire "pazienza tra 3 mesi investirò a tassi maggiori, il danno è minimo". E se doveste vendere prima della scadenza, sul mercato troverete qualcuno che non vi chiede un grosso sconto per comperarli.

Ma perchè l'acquirente vi dovrebbe chiedere uno sconto per comperare i vostri BOT? Perchè l'alternativa, per chi ha il denaro in mano, è comperare i nuovi BOT che rendono di più. Quindi se voi gli fate uno sconto per lui è indifferente comperare i vostri vecchi BOT o i nuovi BOT.


Il discorso ovviamente non cambia con un titolo più lungo. Cambia invece lo sconto che dovrete fare. 

Avete un titolo comperato a 100 con duration 10 e i tassi salgono di un punto? Lo sconto che dovete fare è 10. Il mercato lo prezzerà 90. 

Direte. Ah, ma tanto lo tengo fino a scadenza e così non mi prendo la perdita.

Non vedete la perdita, ma se aveste i soldi liquidi potreste comperare un titolo che rende di più.

Ma si sa. occhio non vede cuore non duole.


Con questo post completo il quadro iniziato la settimana scorsa. 


L'altra volta abbiamo visto che i titoli obbligazionari di emittenti bancari in prospettiva potrebbero riservare qualche sorpresa. 


Adesso si scopre che anche avere un titolo lungo potrebbe serbare qualche sorpresa se i tassi salgono.

Insomma come perdere denaro anche con le obbligazioni chesecondo la vulgata sono investimenti  tranquilli




Commenti