Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2013

Il senso del Natale e gli investimenti

Buongiorno!
Seguo la tradizione dei miei post natalizi.
Stralunati, affabulatori, senza un filo logico e tuttavia araldi idee degne di essere in qualche modo rielaborate, tra una fetta di panettone ed un bicchiere di moscato.


Oggi scriverò un post ai limiti del politicamente corretto: legherò infatti due argomenti  antipodali, che - inaspettatamente - hanno fastidiosi punti in comune.

Eviterò di approfondire gli aspetti più strettamente religiosi del Natale: faccio solo notare come la natura tendenzialmente materialista dell'uomo faccia sì che la massa senta l'attuale ricorrenza come più importante della Pasqua, quando invece è vero il contrario, come ha - ad esempio - sottolineato S. Paolo (1 Corinzi 15: 12-17).


Mi stavo dunque chiedendo, in questi giorni, quale fosse il significato del Natale non solo per i cristiani, ma in generale per la civiltà occidentale e per me in particolare.

Preavviso inoltre che le conclusioni cui giungerò sono veramente deludenti rispetto al…

Paola Casale la bufala di Natale

Salve, Il mio nome è Paola,
Vorrei suggerire uno scambio di link gratuito con epsilon-intervallo-grande.blogspot.com o con qualunque altro sito di cui lei sia in possesso. Le farà piacere sapere che sto lavorando su un ventaglio di progetti di qualità per lo scambio di link gratuiti e che sono sicuro che questo scambio possa essere fruttuoso e produttivo per entrambi.
La prego di farmi sapere se è interessato ad avere più dettagli, o se ha qualche opinione da riferirmi in materia.
Attendo una sua mail!
Paola Casale http://www.trafficopertutti.com/
http://it.linkedin.com/pub/paola-casale/7b/3bb/995


Questa è la mail che ho ricevuto.
Stavo per cascarci perchè il lavoro di selezione dele vittime è fatto bene.
Mi hanno mandato una mail all'indirizzo professionale, che non è disponibile facilmente: quindi sono stato selezionato attentamente. quando ho fatto due verifiche al volo googlando.

Con il latte di Paola ci si possono fare mozzarelle, quindi non cascateci!!

La febbre del dollaro

Una mezza riflessione buttata lì.

Perchè il dollaro perde valore con il tapering alle porte? Non fa più paura?

Ma se fino a ieri, (per esempio in maggio - giugno) il solo annuncio ha fatto prendere uno scossone ai mercati...

OK i dati americani sono buoni, ma possibile che compensino l'ansia di una riduzione degli acquisti? Fino a ieri - a fronte di dati buoni - le Borse perdevano perchè temevano il tapering... e oggi il contrario?

Ipotesi A. L'evento è stato già prezzato.

Ipotesi B. (dietrologica e complottista)

E se invece il tapering venisse rimandato per "sollecitare" la Germania a diventare un po' più morbida in termini di consumo interno?

I tedeschi sono grandi esportatori e così facendo massacrano il sud Europa e non aiutano di certo la ripresa mondiale.

Gli americani che tengono famiglia ed hanno un paio di gemelli ai quali badare ;-) hanno bisogno che ci siano anche altre aree del globo che inizino a tirare la carretta mondiale.

Un dollaro debole annulla il v…

Chi si è accorto che un bond della banca Carige ha fatto default?

"Carige lo scorso 2 dicembre ha annunciato che, non avendo ricevuto l'ok di Bankitalia, non avrebbe rimborsato il sottostante ('principal') da 9,5 milioni del bond subordinato ibrido da 102 milioni di euro alla scadenza del 5 dicembre".

OVVERO alcune obbligazioni sono molto più pericolose delle altre

http://it.reuters.com/article/itEuroRpt/idITL5N0JL2XL20131206

Il diavolo in cattedra - I quadri come investimento? Meglio i diamanti!

Buongiorno.

Mi affaccio oggi su un argomento che avevo in archivio da tempo immemore ma, poichè esce di molto dal seminato finanziario, avevo sempre evitato di affrontare.

Tuttavia, sulla scia del post sui diamanti ho oggi l'ambizione di scalfire l'argomento dell'arte come investimento.


Chi ha letto l'articolo precedente sa che le mie perplessità sui diamanti erano basate sulle osservazioni della struttura del mercato.


Una struttura opaca che pare si ripeta anche nel settore dell'arte.

Le informazioni che ho raccolto per questo post e per formare la mia opinione mi paiono plausibili, tuttavia invito ciascun lettore ad esprimere la propria opinione e ad integrare le mie informazioni.



Una fonte che mi pare esemplare per chiarezza è questa. Vi invito a spendere alcuni minuti e leggere il post con attenzione.


In sostanza l'autrice del blog sostiene che il prezzo di un'opera è determinato dalla dimensione fisica del quadro moltiplicato per un certo coefficiente att…