Passa ai contenuti principali

30 anni


Buongiorno a tutti!
Il primo aprile (incredibile l'
ironia della vita) saranno 30 anni che lavoro nel settore bancario / finanziario.

Questo post tuttavia non vuole essere autocelebrativo, che proprio non è il caso.



Anzi il protagonista della mia vita - ben lungi dall'essere io - è stato appunto il caso.

Sono casualmente un baby boomer. Pertanto, quale reduce di una infanzia vissuta in un periodo di sostanziale espansione economica, quando ho iniziato a lavorare pensavo che, applicandomi con impegno un
avrei ottenuto un buon successo, esattamente come a scuola.
In fondo era questo il messagggio educativo che molti di noi hanno ricevuto.

Poi casualmente il crollo del muro di Berlino ha cambiato la mia vita, ridisegnando le dinamiche economiche del mondo. Ma naturalmente
nel 1989 non lo immaginavo... E a ben vedere neppure nel 1999 non lo avevo ancora capito veramente.

E neppure nel 1980, vedendo il primo computer, avevo lontanamente immaginato che potesse servire per fare qualcosa di differente dal giocarci. Figuriamoci poi se avevo capito che connettere un paio di PC tra due oceani sarebbe stato vitale.

Dopo una serie di avventure sono poi casualmente finito dove lavoro oggi e, nonostante gli alti ed i bassi presenti in ogni matrimonio, da 4 lustri sono lieto di avere intorno le stesse persone.

Ma, di nuovo, non l'avevo minimamente previsto che certi fattori sarebbero stati importanti.

Senza saperlo ho seguito il consiglio di Steve Jobs. Sono stato e sono tuttora  autenticamente foolish e hungry, però vuoi perché non sono un genio, vuoi perché l'Italia non è un ambiente per innovatori mi domando ogni giorno se non sarebbe stato meglio seguire il consiglio della maglietta "keep calm and look for a civil servant place".

Commenti