Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2014

MPS... ed io pago!

Buongiorno a tutti

Ecco la mia interpretazione super-telegrafica della situazione del mercato azionario domestico.

Dopo le tensioni sul ciclo economico USA e sui tassi (saliranno o no?) la Fed facilmente stasera o domani dirà che non saliranno.

E allora perché noi abbiamo il mal di pancia?

IMHO per il Monte Paschi.

Questa banca è un chiodo: brucia letteralmente miliardi.


Da una parte c'è gente che è appena entrata pagando un euro per azione e adesso c'è bisogno di altro capitale.

A mio parere nessuno la vuole, Se qualcuno dovrà papparsela sarà controvoglia (sarà una grande banca italiana o estera?) Ma per accollarsela la vorrebbe in regalo.
In regalo significa che si considera 0 il suo valore attuale. Ma questo non rende felice chi è entrato recentissimamente a 1 euro.

Quindi abbiamo da una parte una banca che affonda malamente, ancora una volta troppo grande per fallire. Ma non solo. Lo Stato non ha soldi per salvarla.

A proposito vi ricordate le tensioni tra Profuno e la Fondazi…

Matrimoni gay e dintorni

1956
Mentre l'Italia si accalca nei bar per vedere "lascia o raddoppia", il 12/8 a Prato si sposa esclusivamente con rito civile la prima coppia italiana.

E tale resterà per molti anni.

Il vescovo li definisce pubblici peccatori, si becca una querela per diffamazione e perde la causa.


2014
Oggi si dibatte sui diritti delle coppie gay, i senzadio di questo tempo.

Adesso è di grande attualità - come sempre in Italia i dettagli sono fondamentali - la registrazione. 

Ma per carità possibile che non riusciamo ad avere  una classe politica meno che conigliesca?

Quei corruttori che dirigono la Findus - che ha una lunga tradizione di icone gay,  poichè sono anni che ci ha abituati all'inquietante presenza di un capitano per lo meno ambiguo - bastoncino dopo bastoncino ci hanno portato (o hanno colto per primi che i tempi erano maturi?) alla pubblica rappresentazione di una coppia "differente". O, se preferite, per primi hanno rappresentato su un mass media la corruzio…

La scuola, il trading ed il successo nella vita

L'estate scorsa avevo annunciato che non potevo scrivere questo post, a causa degli impegni pressanti.

Ebbene adesso il momento è giunto, complice una zanzara che si è rifugiata nella mia camera da letto e che assolutamente non riesco a liquidare.


Chi di voi non ha mai sentito l'adagio "ultimo a scuola primo nella vita"?

Ovviamente questa frase viene presa come provocazione.

Tutti sanno che un allievo diligente preparandosi diventerà un professionista di successo e guadagnerà molto.

Poi ogni tanto ci sono le eccezioni: gli "asini" di successo, che mettono in crisi il teorema Studio = successo, serenità, avvenire.


La mia domanda quindi è:

esiste una teoria che spieghi perchè certi "asini" abbiano successo?
E' solo frutto un caso? 


La mia risposta è che il caso sia un fattore importantissimo ma che non possa spiegare tutto (vi invito caldamente a leggere post relativo). Vi sono cioè delle abilità naturali positive che non solo la scuola non svi…

Landini, cent'anni e... sentirli tutti

Ieri Landini ha minacciato l'occupazione delle fabbriche.
Roba che si faceva 100 anni fa.


Un gustoso aneddoto (abbiate pazienza per eventuali imprecisioni, vado a memoria) riporta che - quando gli operai intorno al 1920 occuparono fabbriche in tutta italia, compreso lo stabilimento di Mirafiori - il Senatore (Agnelli) chiese un colloquio a Giolitti.

Pare che si svolse più o meno così:

A: "Il Governo deve usare l'esercito per porre fine a queste occupazioni e sgomberare le fabbriche"
G: "Va bene darò ordine di iniziare dalla sua"

Poi come è noto non ci fu alcuna azione.

Implicitamente Giolitti aveva minacciato di creare un danno materiale molto maggiore rispetto a quello dell'occupazione.

Questo atteggiamento andava bene appunto 100 anni fa quando il mondo era affamato di produzione.

Oggi invece soffriamo di sovraproduzione e punire il "padrone" con il blocco delle attività fa ridere i cinesi o i tedeschi, che hanno certamente più spazio per l…

L'associazione in partecipazione ed le sue cugine

Siete neoimprenditori e avete bisogno di personale, ma non avete modo di farvi carico dei relativi costi fissi?

Siete lavoratori in gamba? Potreste lavorare ma non riuscite a trovare il modo di farvi assumere?

Ebbene non assumete!
Non fatevi assumere!


Oggi vi segnalo uno strumento che ho suggerito ad un amico pochi giorni addietro, per risolvere una sua situazione.

E' vostro interesse provare a giocarvi una certa occasione? Sapete che il vostro interlocutore è una persona sincera?

Un modo per provare a quadrare il cerchio esiste.



L'associazione in partecipazione.

Tratto da Wikipedia

Una parte (l'associante) attribuisce ad un'altra (l'associato) il diritto ad una partecipazione agli utili della propria impresa o, in base alla volontà delle parti contraenti, di uno o più affari determinati, dietro il corrispettivo di un apporto da parte dell'associato.

Tale apporto, secondo la giurisprudenza prevalente, può essere di natura patrimoniale ma potrà anche consistere nell…