Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2015

La volatilità come cifra del futuro

Buongiorno e buon anno!
Continuo la tradizione natalizia: post frammentari ed affabulatori, suggestioni per una visione di lungo periodo (ne trovate anche qui e qui).

Ieri sera riflettevo con mia moglie sulla mia idiosincrasia per la guida delle auto. Le annunciavo che avrei comperato una automobile che si guida da sola, non appena sarà disponibile.

Abbiamo quindi iniziato a ragionare su quante cose sarebbero cambiate con l'avvento di una simile tecnologia.

Le considerazioni che abbiamo fatto sono molto più ampie, ve ne riporto pochi stralci.

In futuro, con le auto che guidano da sole, saranno disponibili anche le app per "chiamarle", per farsi venire a prendere. Ma poichè è poco razionale far aspettare per ore o giorni il proprio veicolo, facilmente, al possesso si sostituirà l'affitto; quindi è ragionevole attendersi una estensione del servizio di car sharing.

La tecnologia "self drive" ridurrà dunque la necessità di autisti.

Questo avrà svariate implica…

Come selezionare un consulente finanziario?

Buongiorno a tutti

E' facile predicare bene e razzolare male. Io lo sto facendo adesso.

Infatti da circa un'ora mi sto arrabattando per trasferire il file che vi voglio offrire.

Un esperto lo avrebbe fatto ad occhi chiusi.

Nonostante sia evidente che non sono troppo attrezzato per questo genere di lavori qualcosa mi trattiene dall'affidarmi ad un professionista.

Il dubbio atroce è: ma se liguadagnerà i soldi che gli devo dare?

In genere la risposta ci sembra "no". Ma solo fino a quando non scoppiano i guai.

Solo nei momenti di crisi si capisce quanto sarebbe stato meglio pagare un professionista per non preoccuparsi.

Ecco allora un agile documento che mi auguro possa darvi alcuni spunti di riflessione su come selezionare il professionista che vi possa aiutare ad investire.



Gli Executive Professional di Manager Italia

Buongiorno!
Forse alcuni di voi sapranno che sono il rappresentante degli Executive Professional di Manager Italia Torino.

Manager Italia è l'associazione di categoria che rappresenta gli interessi dei dirigenti del terziario ma anche dei quadri di ogni settore e degli Executive Professional.

Se ne sapete poco e avete voglia di guardare un video, qui trovate una intervista al nostro Presidente.
Se poi avete una fretta pazzesca e volete solo sapere chi sono gli E.P. guardate i miei interventi ai minuti 3-8-16.

Chi vuole saperne di più può anche leggere queste mie riflessioni, che sono il manifesto del gruppo Linkedin "Professional Piemonte".


La Gabanelli e le truffe finanziarie. Si sta aprendo un nuovo periodo di amare scoperte?

Buongiorno!

Nel 2009 ho scritto un post sulle truffe finanziarie (qui e qui) che resta ancora oggi  valido.

Vi invito a leggere anche l'articolo sul paradosso di Condorcet, che trovo ancora molto interessante, sebbene tratti di tutt'altro.

Perchè ritorno sul tema delle truffe? In fondo avevo già detto tutto.

Farò una piccola integrazione dopo che un amico mi ha recentemente segnalato l'esistenza di una indagine di Report (Rai 3) che faceva riferimento ad una possibile truffa finanziaria perpetrata attraverso l'oro.


Quando scoppiano i bubboni delle truffe?
Non voglio fare una casistica dettagliata perchè non ne ho il tempo, ma in prima approssimazione direi che "aiuta" un periodo di prolungato ribasso del bene oggetto dell'investimento (truffaldino).


Mi spiego meglio.

Non solo chi si occupa di finanza comportamentale, ma anche chi si occupa di analisi tecnica dei mercati finanziari riconoscerà questi meccanismi.
La psicologia degli investimenti è fatta a li…

Poste 2: la vendetta

Un post ultrarapido per far notare ai miei aficionados che le Poste in questi giorni stanno rivedendo i prezzi dell'IPO, di 6.75.

Nei primi giorni dopo la quotazione i più svegli avrebbero potuto comperarla a 6.45 o 6.50 e anche i meno accorti avrebbero potuto comperarla tra 6.50 e 6.60.

Ma si sa le azioni, sono un investimento di lungo periodo e quindi aspettiamo Godot.

A proposito di lungo periodo come è andata la Borsa Italiana dal 2000 ad oggi?



Primi anche nel terzo trimestre!

Son lieto di annunciare che siamo stati primi anche in questo passato trimestre.





Il diavolo in cattedra: conti di deposito. Quando le banche sono "trasparenti" come i diamanti

Negli ultimi anni mi sono più volte scagliato contro l'investimento in diamanti (anche qui).

Ma non l'ho fatto per odio verso quei bei sassolini. La mia è una avversione generica agli investimenti poco trasparenti.

In altre parole è bene sapere quanto si rischia prima di investire.Chi vuole capire il perchè di queste mie affermazioni deve leggere due post: cosa è un prezzo e quello dove "spiego" come la struttura di mercato influisce sui prezzi.

Per riassumere invece il concetto in una battuta: se c'è un mercato efficiente dove le informazioni circolano liberamente c'è vantaggio per tutti. Altrimenti c'è vantaggio solo per alcuni (e questi in genere non sono i miei lettori).

Gli ultimi che hanno imparato a loro spese la lezione sono gli azionisti della Popolare di Vicenza.
Hanno comperato fuori mercato a circa 60 euro circa una azione che forse vale un quarto di quel prezzo.


Capite quindi che un mercato dove le notizie circolano poco, possa - anche in assenz…

Poste Italiane - Conviene aderire all'IPO?

La mia posizione sulle IPO è nota, almeno ai lettori che mi seguono da tempo:
esiste una asimmetria informativa tra chi vende e chi compera che è tutta a favore del venditore.

Quindi un aderente ad un'opa potrà fare un buon affare solo se il venditore glielo concede

Che la mia opinione aprioristica possa essere foriera di cattivi affari è sotto gli occhi di tutti, poiché, per esempio, sconsigliavo, sempre aprioristicamente, l'opa di OVS che ha fatto meglio del mercato.

Occorre aggiungere però che i conti per un investitore si devono fare "alla fine". Per esempio EGP(fine 2010) non si è discostata troppo dall'indice di riferimento e quindi non ha nè favorito nè danneggiato un acquirente. Lo ha solo fatto rischiare inutilmente concentrando il suo rischio.

Resto quindi dell'idea che per un investitore "non accompagnato" vale sempre la regola che è meglio non procedere con l'acquisto di azioni singole.


Una bella disamina delle attività di Po…

Primi in classifica!

La classifica di Milano Finanza al 30 giugno ci pone alprimo posto.
La ragione che ci ha permesso di fare bene, doppiando il benchmark, è riconducibile all'applicazione ai mercati finanziari di un modello matematico molto innovativo basato sulla teoria dell'unificazione. Ulteriori riferimenti all'utilizzo in finanza di questa teoria li potete trovare qui Per capire se questa gestione possa esservi utile vi invito a contattarmi.

Le emissioni inquinanti e la schedina del giorno dopo

La recentissima vicenda delle emissioni di fumi inquinanti ha molti interessanti risvolti. Taluni non sono propriamente diretti, ma non per questo sono da meno.

Un primo risvolto è relativo ad una polemica affatto nuova. "Eh, ma questa cosa si sapeva da tempo...".

Guarda caso DOPO tutto si sapeva da tempo.

Le uniche due eccezioni che ricordo riguardano la teoria della relatività e il crollo dell'URSS.
Anche se nei primi anni ottanta del secolo scorso un libro di un economista - conti alla mano - prevedeva entro un decennio il crollo dell'Unione Sovietica.
Tuttavia fu una voce isolata.

Il fatto è che la mente non è per nulla razionale e neutrale nel catalogare i ricordi e nell'interpretarli dopo averli ricordati.

Si tratta dei famosi "bias" che - applicati alla finanza - hanno portato Kahneman al premio Nobel.

Sono gli stessi "bias" che fanno dire alla zia Carlotta "eh... si vedeva che Franca non era la donna per te". Frase alla qual…

Il diavolo nei dettagli - L'evento barriera

Buongiorno a tutti e buon anno!

E' vero che l'anno civile inizia il 1 gennaio ma è anche vero che l'anno lavorativo inizia il 1 settembre. Colgo quindi l'occasione per augurare a tutti una buona ripresa lavorativa.

La tradizione vuole che ad inizio anno si faccia la lista dei buoni propositi. Mi permetto quindi di suggerirvene uno. 

"Pensare 10 volte prima di investire in un prodotto finanziario (un certificato) che sia soggetto ad un evento barriera"

Ma cos'è questo evento?

Dal sito di una primaria banca italiana: l'Evento Barriera si verifica "...quando il valore del titolo sottostante al certificate, in un giorno di negoziazione compreso tra il primo giorno di negoziazione e la data di scadenza, risulta pari o inferiore al livello della barriera predeterminata al momento dell’emissione del Bonus Certificate.".

Detta così sembra solo una tecnicalità inoffensiva, mentre invece è il giorno nel quale (se avete investito in un bon…

Sgravio fiscale sulla prima casa? NO grazie!

Questa proposta è idonea a "lisciare il pelo" all'elettorato, e questo potrebbe essere interpretato come un segnale che Renzi non si sente politicamente sicuro e sta iniziando la sua campagna elettorale.

Ma al di là di questo, perchè, anche se ci fossero le coperture finanziarie, è sbagliato eliminare la tassazione sulla prima casa?

Per questi motivi

1) effetti distorsivi del processo (democratico) di allocazione delle risorse;
2) effetti negativi sulle aziende e sull'occupazione;
3) spinta verso la centralizzazione della finanza locale, ovvero una sottrazione di diritti ai cittadini.


1) Senza evocare i princìpi per i quali è stata fatta una rivoluzione in America, basta notare che si spezza e si distorce (ancora una volta) la catena tra chi decide come spendere e chi paga.

Mi spiego meglio.
Gli amministratori locali decidono - in ultima analisi - come stanziare le risorse disponibili.
Ma chi li elegge? Chi possiede una prima casa.
Chi possiede una seconda casa o un immobil…

la nuova dracma

Un post di fantascienza prima di andare ad aprire la saracinesca.

Anno 2040, rincitrullito ma ancora attivo aiuto mio nipote a studiare storia moderna.

Gli faccio un Bignami di poche righe sui fatti del 2007 - 2015.

La moneta di allora si chiamava Euro (oggi come sai abbiamo un sistema binario rublo - dhiram).

Il fatto è che con l'euro, i Paesi che lo costituivano erano troppo differenti e la cosa non ha funzionato.

Dopo una grave crisi dovuta alla cupidigia di alcuni, la ricetta di austerità imposta da una guida politica cieca e folle le rispettive rigidità politiche hanno portato ad una progressivo sfaldamento dell'area. I primi furono i greci, che iniziarono a stampare la loro moneta provvisoria nel luglio 2015. Poi piano piano la Spagna il Portogallo, Irlanda e Italia.

D'altra parte non era difficile prevederlo

perchè hanno vinto i no

Buongiorno a tutti
un post ultrarapido prima di andare in piscina, in questa mattinata della domenica di fuoco.

Un commento ex ante sul risultato del referendum di Atene.

Sebbene sia irrazionale, anzi proprio perchè irrazionale , hanno vinto i no.

Come si spiega?

La finanza comportamentale ci viene in aiuto.

L'uomo ha una preferenza asimmetrica nei confronti del rischio.
Bassa nel semiasse positivo alta in quello negativo.

Lo spiego con un quiz.

Sei obbligato a partecipare e a rispondere a una batteria di due domande.

A) Preferisci vincere 10 certamente e subito o vincere 20 con una probabilità del 50%?
La risposta della massa è 10 subito.

B) Preferisci perdere 10 subito o perdere 20 con una probabilità del 50%?
La massa risponde 20.

Da un punto di vista razionale il quesito è identico in entrambi i casi, perchè il valore atteso della perdita è il medesimo.

Ma l'uomo medio preferisce vincere subito e provare a "giocarsi" la perdita.

Poichè credo proprio che il greco medio non abb…

Il diavolo nei dettagli: Non partire è un po' morire

Buongiorno
un post ultraveloce perchè non ho tempo.
E una musica appropriata!

In questo periodo vedo molti colleghi che sbandierano un argomento che a me pareva così ovvio che non l'avevo neppure preso in considerazione tra i possibili temi da approfondire.

Anche perchè l'avevo già fatto un paio di anni addietro. Qui (Si tratta di una descrizione semplicissima per capire cosa succede ai portafogli obbligazionari quando i tassi di interesse salgono).


Pare che oggi sia di gran moda la domanda:

I tassi sono a 0. Ho un portafoglio di BTP 2025 con una buona cedola. Sto fermo e me li porto a scadenza incassando le cedole, o li vendo adesso?
Pro. Incasso una buona cifra.

Contro. Poi non so cosa fare perchè se li vendessi adesso poi dovrei comprare titoli che rendono 0. Quindi sono scontento perchè prima rendevano bene e adesso non so cosa fare.

Poichè l'investitore medio segue la pancia, e la prima regola della pancia è evitare di recriminare, si aspetta la scadenza (e ci si espon…

Cosa faccio con i miei soldi? E quanto rischio veramente?

Buongiorno a tutti.
A causa dei miei problemi di salute non ho molte forze da dedicare al blog, per questo riprendo un vecchio argomento che mi pare interessante ed ancora attuale.

Pongo la domanda tipica dell'investitore di questi tempi.
Visto che i titoli di Stato rendono poco cosa posso fare? E quanto devo rischiare? E come?

Per dare una risposta veramente completa occorrerebbe scrivere un libro.

Invece per dare una risposta breve possiamo dire: 1) devi rischiare, 2) devi mixare asset rischiosi e asset meno rischiosi.

Proviamo a stilizzare una situazione con una tabella.

Per semplicità assumiamo
- un solo orizzonte temporale: 5 anni.
- che il rendimento dell'obbligazionario sia 0.

Immaginiamo quindi di mettere il 90% o l'80% o il 70% del nostro patrimonio "sotto una mattonella" a rendimento 0, con una perdita certa: quella dell'inflazione.
Ipotizziamo poi che il complemento alla percentuale messa sotto la mattonella venga investita in un asset rischioso …

Bad Banks e Bad Girls

Chi ha qualche anno sulle spalle certamente ricorderà un epico album di Donna Summer.

Chi ha meno anni avrà almeno sentito il detto "le brave ragazze vanno in paradiso, le cattive ragazze dappertutto".

Cosa hanno dunque in comune le bad girls e le bad banks?

Se le bad girls e le bad baks fanno danni solo a loro stesse o a chi le frequenta "sono nel loro". Se invece fanno danni anche a chi non le frequenta ovviamente no.

E' recente la storia della bad bank austrica fallita.

Il rischio che temo è che le bad banks facciano danni a noi tutti.

Cosa è una bad bank? Una banca che compera i crediti incagliati di altre banche e li detiene fino a quando la situazione si è risolta, in un modo o nell'altro.

Ma con quali soldi? Bella domanda. Se la banca è pubblica o semipubblica i soldi saranno in tutto o in parte provenienti dalle nostre tasche.

E che male c'è a fare una bad bank con i soldi pubblici? In questo modo si rilanciano le altre banche, quelle che adesso…

I bias comportamentali, dalle locomotive agli investimenti

La mente - per ridurre la fatica - tende ad essere conservatrice: una volta che ci si è formati una idea la si mantiene a lungo, anche a dispetto dei gravi indizi che si possano accumulare contro di essa.

Non è dunque un caso che le nostre nonne ci consigliassero di fare una bella "prima impressione".

Il senso di smarrimento di fronte ad episodi epocali, a tecnologie o eventi disruptive fornisce esempi eclatanti.

Stephenson jr creò la sua locomotiva Rocket nel 1829: era il primo mezzo che poteva superare i 50 km/h. Una velocità mai raggiunta prima di allora.

In quel tempo svariati esperti affermarono (ex ante) che l'uomo non poteva respirare a simili velocità e pertanto i passeggeri di un tale aggeggio sarebbero morti per asfissia o per l'esplosione dei polmoni.

E' noto inoltre che Einstein non ha preso il Nobel per la teoria della relatività, ma per gli studi sull'effetto fotoelettrico.

Ma non solo. Nei giorni successivi allo sbarco in Normandia lo Stat…

Black bloc, isis e fascisti sono la stessa cosa

Un post al volo, per non far morire di inedia il blog.

Oggi giochiamo tra il rosso ed il nero, alla faccia di Stendhal.

Esiste un fil rouge che lega le tre sfumature di nero succitate?

Ci sarebbe un interessante discorso psicologico sul colore nero, inteso come colore della costrizione. Interessante notare - per esempio - come venisse usato un fazzoletto di quel colore per coprire il seno delle puerpere e quindi indurre allo svezzamento i poppanti più pigri.

Percorrere quella strada però ci porterebbe a fare un giro molto ampio e la sera del primo maggio preferisco la scorciatoia, usando la tesi di un libro di Karl Popper. "La società aperta ed i suoi nemici".

Cosa accomuna secondo Popper queste tre manifestazioni putrescenti?

Riprendo ancora una volta un concetto che per i due o tre che mi seguono da più tempo a questo punto sarà super evidente (per es. qui): dico a costoro di smettere di leggere, tanto avete capito dove voglio andare a parare.


Popper sostiene che la verità non s…

Varoufakix e la pozione magica dei greci

Chi ha la mia età ha letto - e forse possiede ancora - i meravigliosi libri della saga di Asterix ed Obelix.

Mi permetto oggi di fare un po' il verso all'attualità accomunando gli irriducibili galli ai greci.

Entrambi sono accomunati dalla ferrea volontà di non cedere al potere centrale.

Circa i greci, sappiamo che l'Europa non ha la forza di obbligarli a fare le riforme e non ha neppure la convenienza ad vederli uscire.

Infatti in questo caso inizierebbe il gioco del "chi sarà il prossimo?".
E sarebbe la fine (disordinata) dell'euro.

Proprio questo fantasma, evocato dal ministro greco dell'economia, ha generato le turbolenze che abbiamo visto in questi giorni.


Siamo in stallo, e a mio parere la cosa durerà a lungo.

Detto altrimenti, il trend crescente delle Borse assicurato dal QE, sarà come da tradizione interrotto dai periodici acquazzoni che permetteranno di entrare/prendere profitto.

I greci, come in tutti i conflitti asimmetrici, hanno una sola strategi…

Diamanti, diamanti

Qualcuno forse si ricorderà dei miei post relativi ai diamanti e alle considerazioni relative alla struttura del mercato. Chi non se li ricordasse li trova comunque quiqui e qui.

E' notizia di oggi (del sole 24 ore) che la De Beers adotterà regole più severe per ammettere una società ad essere la sua controparte  ovvero essere uno delle poche decine di ammessi agli incontri privati in cui si vende il 90% dei diamanti estratti.

Il "bla bla" ve lo vedete nell'articolo.

A me interessa farvi notare 
1) Le nuove regole creano un collo di bottiglia. Intuirete a favore di chi.
2) "...Abn Amro e Standard Chartered nel frattempo hanno ridotto l’esposizione al settore, considerato troppo rischioso [finanziamento del commercio di diamanti], 
3) "...nell’ultimo trimestre del 2014 i prezzi delle gemme grezze sono diminuiti del 6,9%, il calo più forte da oltre due anni. 
4) "...L’industria soffre anche per la crescente diffusione di diamanti sintetici"

Buona P…

La propensione al rischio di Angelina Jolie

E' notizia di questi giorni che Angelina Jolie ha subito un nuovo intervento: questa volta le hanno asportato le ovaie.

Non voglio entrare nel merito della sua scelta, come peraltro avevo già fatto la prima volta che ne avevo parlato.

Anche oggi la cronaca è uno spunto per parlare d'altro.

Direi che la Jolie ha un atteggiamento atipico rispetto al rischio.
E questo fa di lei una buona investitrice in asset rischiosi.

Mi spiego meglio. E' noto che in genere le persone hanno una struttura asimmetrica rispetto al rischio.

Facciamo un piccolo test

Segnatevi le vostre risposte.

Preferite

a) un guadagno certo di 10 o un guadagno possibile al 50% di 20? Ovvero preferite avere subito 10 euro in tasca o lanciare una moneta e se vi va bene guadagnare 20 e se va male non avere nulla?

b) perdere certamente 10 o perdere 20 con una proabilità del 50%? Ovvero preferite perdere subito 10 euro o lanciare una moneta e se vi va male perdete  20 e se va bene non perdete nulla?

Mediamente si pr…

Vienna, la capitale di Cipro

Buon pomeriggio a tutti.

Continuo con il letimotiv di questo periodo.

E' pericoloso approfittare di occasioni di investimento che offrono rendimenti attraenti senza mostrare chiaramente il rischio che si corre.

Così se da un lato continuo a rimandare il sequel di "attenzione al cedolone" dall'altro vi segnalo una notizia che ha una discreta importanza.

Temo che per rilevanza sia simile a quella - data con un anno di anticipo sui fatti - relativaal default di un bond della Carige.

Ecco la notizia:

L'Austria - in forza di una direttiva europea - ha deciso di non salvare una "banca pattumiera" (tecnicamente "bad bank") che conteneva i crediti incagliati della Hypo Alpe Adria Bank.
Cos'era successo? La banca HAAB che andava così male che per salvarla è stata creata una banca-discarica per contenere i suoi crediti farlocchi.

Questa bad bank era stata creata con un intervento del governo Austriaco, e i soldi necessari per comperare i crediti incagl…

Perchè l'Ucraina non è più un problema per i mercati finanziari

Un anno fa scrivevo che l'Ucraina era andata.

Adesso scrivo che non è più un grosso problema.

Il ragionamento che segue è molto semplicistico(!).

Il disappunto dei russi, se vogliamo definirlo così, derivava dal fatto che c'è sempre stato un flusso di merci ucraine verso il loro mercato interno. I prezzi erano molto, molto ridotti ed il volume totale era circa un paio di mld di euro all'anno.

Se l'Ucraina avesse cambiato orbita - oltre allo scorno politico - questo flusso si sarebbe inaridito, con gravi conseguenze per il governo.

Quindi secondo la migliore tradizione c'è stato un colpo di mano.
Il pretesto per l'intervento è stato generato da una eredità del sistema sovietico.

In epoca sovietica i quadri degli impianti industriali - anche fuori della Russia propriamente detta - erano russi. Questo era necessario per garantire una certa omogeneità qualitativa (!) e fedeltà.

Quindi, nel tempo, si sono generate molte grandi comunità russofone fuori dai confi…

Il Cepu come giustificazione per togliere tutte le pensioni ai politici

In realtà sono molti giorni che dovrei trovare la voglia di scrivere un articolo che è la continuazione di "attenzione al cedolone": l'analisi di una serie di strumenti di BNP Paribas che sono stati emessi in questi giorni, e che sono perfettamente didascalici di quanto intendevo in quel post.

Tuttavia per decenza dovrei almeno scorrere il prospetto informativo, anche se è pacifico che sia Adamo che Eva non avessero bisogno di un atlante degli animali per riconoscere un serpente.

Ma proprio non ne ho voglia di smazzarmi quel bolo immondo.

Così - fulminato sulla via... Cavour - per evitare di lasciar passare troppo tempo vi proprongo provocazione.

Chi è uno speculatore? Una persona che vede una inefficienza e si organizza per trarne profitto.

La brava massaia vede due banchi che vendono i fagiolini allo stesso prezzo e acquista dove sono più freschi, ovvero sfrutta una asimmetria informativa generata dalla sua esperienza.

Tutti hanno fatto il pieno il giorno prima che a…

Statalismo barcaccesco

Avete sentito della richiesta di risarcimento a carico dello stato Olandese dei danni subiti dalla Barcaccia?

E' stata una grande occasione per dimostrare all'estero - qualora ve ne fosse stato bisogno - che i nostri governanti sono confusi ed inaffidabili e che i nostri Maître à penser - anche quelli pretesi di destra sono intrisi della stessa confusione statalista.

Non ho udito voci scagliarsi contro la richiesta fatta al governo olandese di rimborsare i danni subiti.

E questo perchè? Perchè evidentemente a tutti pareva una cosa normale.

Cosa c'è di più normale in Italia che un privato faccia un casino e lo Stato se ne accolli i costi?

Un mese fa parlavo delle due fighette che abbiamo recuperato in Siria, ma si potrebbero portare infiniti altri esempi.

La risposta dell'Olanda è stata troppo sintetica per essere educativa.
Non se ne parla. Esiste una responsabilità individuale e collaboreremo per accertare i fatti ed individuare i colpevoli.

Non metto in dubbio che gli o…

OVS: conviene aderire all'OPA?

Buongiorno a tutti.

Un post ultrarapido per NON rispondere alla domanda posta nel titolo.

Da sempre sono contrario alla partecipazione dei singoli (specie se non accompaganti) alle OPA.

Non so se l'OPA di OVS sia una offerta vantaggiosa o meno.
Non ho letto una riga sull'argomento.
Non so di come vadano i conti dell'azienda e di quali siano le prospettive del settore.

La questione è molto differente.

Come in altri casi si tratta della compravendita di un oggetto. 

Una parte (la proprietà) sa tutto di quell'oggetto. L'altra parte sa quello che la proprietà gli fa sapere in base agli obblighi di legge.
Non solo, decide anche il prezzo di vendita. Il cliente  può solo decidere se aderire o meno.

Mica male come asimmetria.
Anche se ci fosse una clausola di "lock in" per il collocatore ti puoi aspettare che chi vende cerchi di massimizzzare il profitto di breve periodo: quindi vorrà vendere al prezzo massimo possibile affinchè tutta la tranche in vendita sia ass…

Gli sdraiati: oltre il mal olandese?

Qualcuno ha letto il vecchio post nel quale immaginavo il declino dell'Europa come una sorta di quieto viale del tramonto?

Ebbene, temo di essermi sbagliato. Credo che potrebbe andare molto peggio.

Allora non avevo piena consapevolezza delle conseguenze dell'esistenza degli sdraiati (un sinonimo di NEET).

Il termine indica la generazione di giovani disimpegnati che ha fatto della famiglia il proprio stabulario e dell'inerzia il proprio modo di essere.

La traumatica consapevolezza di questa realtà mi ha fatto riflettere.

Così - tra le altre cose - ho trovato un filo rosso che collega una serie di argomenti apparentemente distanti. E il ragionamento mi ha portato a conclusioni contrarie a quelle che sono le mie convinzioni "emotive".

Le parole chiave di questo sermone di fantasociologia sono:

I giovani
L'idealismo
La socialdemocrazia malata
Il capitalismo di relazione
Il capitalismo vero


La mia riflessione è molto più ampia, ma oggi mi interessa esporre sol…

Il diavolo nei dettagli - Attenzione al cedolone!

Buongiorno a tutti.

Il QE produrrà almeno due effetti. Uno certo ed uno sperato.
Quello sperato è l'aumento delle quotazioni azionarie. Quello certo è un lungo periodo nel quale i tassi degli investimenti obbligazionari sarà minimo.


Situazioni di tassi di interesse ai minimi si sono già verificate nel passato.

Il dilemma dell'investitore (ma anche delle reti commerciali di Banche e SIM) è: "cosa faccio (propongo) per i soldi che deriveranno dalla prossima scadenza dei titoli?


Anche in finanza sono possibili 50 sfumature di grigio, per cui ci sono molte differenti risposte.

La risposta che preferisco è manichea.

Gli asset sono sostanzialmente due. Le azioni e le obbligazioni. Quindi caro cliente occorre trovare un mix che offra un rendimento adeguato in relazione alla tua capacità di sopportare i saliscendi del capitale. Nella massima chiarezza concettuale. Poi proveremo a "manovrare" un po'.

Poiché per fare una proposta come questa occorre introdu…

Che differenza passa tra un esperto ed uno sprovveduto?

Buonasera a tutti

Per quanto ci si possa sforzare di fare scelte sagaci il processo di scelta è irto di trabocchetti.

Ritengo molto utile iniziare riproponendovi un vecchio post

Immaginiamo che il potenziale cliente di una banca. il dottor Agnelli, fresco di pensione (beato lui) si sia lungamente documentato sulle condizioni contrattuali ed abbia poi deciso di aprire un conto, anche per operare on line.

Il dottor Volponi - consulente alla clientela - gli magnifica le qualità e la modernità della piattaforma di trading adottata dall'istituto. Agnelli resta impressionato. Si convince e apre il conto.


Oggi il povero Agnelli sperimenta con notevole disappunto che - in concomitanza con il discorso di Draghi, il suo trading on line è andato in tilt.

Aveva necessità di operare sulla scorta dei dati che otteneva abitualmente dalla piattaforma ma non ha potuto farlo.

Quest'oggi è finita bene, ma sarebbe potuto capitare il finimondo (come è accaduto per la Leheman). Tuttavia lui, clie…

Charlie Hebdo come cigno nero della sociologia

Buona domenica a tutti!

Prendo spunto da un servizio testé sentito su Radio 24, dove si parlava delle reazioni violente del mondo islamico alle vignette, e si commentava la "dichiarazione del pugno" del Papa.

Sono possibili almeno due livelli di analisi. Uno più squisitamente psicologico un po' lungo che, tiranno il tempo, ometterò.

Uno più strettamente sociologico che è condensabile in poche righe.

Nella società agricola era indispensabile che il cittadino credesse che il Governo fosse una manifestazione del Divino. Era fondante per l'autorità, che altrimenti non avrebbe potuto dare giustificazione di sè.

I primi cristiani sono stati perseguiti dai romani non perchè adoratori del loro dio, ma perché escludevano l'esistenza di altri dei e quindi potenzialmente minavano l'Autorità.

Una serie di evoluzioni ha permesso in seguito di creare una società più pragmatica dove l'accettazione di una serie di regole comuni, volte al progresso materiale, cost…

Vanessa, Greta e le sopracciglia del padre, ovvero una Fiat piccola piccola

In questo periodo ho seguito distrattamente la vicenda delle due cooperanti.

Una delle cose che mi colpiva maggiormente quando focalizzavo l'attenzione su di loro era l'iconografia.

Mi sono sempre domandato se quelle due fossero gemelle siamesi. Impossibile vederle fisicamente staccate.

E' vero che la malizia è sempre nell'occhio di chi vede. E' vero che sono un aspirante satiro di mezza età, ma non ho potuto fare a meno di pensare che le foto a corredo delle ANSA su di loro avevano un sottile glamour ambiguo e avrebbero potuito tranquillamente essere messe all'inizio di una gallery di foto soft lesbo. 

La cosa mi irritava un po' perchè di gente "con le palle" che va ad aiutare i disgraziati e che si rappresenta in modo sobrio ce n'è.

Ieri ho visto il padre di una delle due eroine ed ho avuto una illuminazione.

Sopracciglia depilate, garrulo davanti alle telecamere. Insomma il degno padre  di un tale circo mediatico.

Ecco il mio pensiero, per…

Charlie Hebdo, l'islam e gli investimenti

Un post ultrarapido che sono di fretta. Ma non per questo spero meno interessante.

Sentivo a Radio 24 Padellaro il direttore del Fatto Quotidiano e devo dire che trovo sorprendente che abbia fatto la solita tiritera gomblottista: era EVIDENTE che avrebbero colpito Charlie Hebdo e LORO ci hanno messo solo due poveri poliziotti.

Francamente di tutti questi Soloni che fanno dell'evidenza della verità una religione laica ne ho gli zebedei pienissimi.

Se le cose della vita fossero realmente evidenti ex ante le cose andrebbero diversamente.

Invece persino un sistema così pervasivo come il vecchio blocco sovietico non è riiuscito a prevedere il proprio crollo!

E che c'entra questo con gli investimenti?

In gioventù sopportavo con fastidio qualche persona che "dopo" mi veniva a dire che era evidente che le cose sarebbero andate così.
Adesso sono decisamente molto meno disponibile.

---

Una riflessione veloce anche sul perchè gli islamici o i credenti in genere si incacchiano …